Il gambero Pioli e Belotti il “bocia”

PREMIO ATTACCO ATOMICO – Nella domenica in cui la Roma tocca i 103 gol in stagione, il Napoli stravittorioso all’Olimpico laziale rafforza la sua leadership offensiva: con 72 reti continua a essere il miglior attacco della Serie A. Callejon e il doppio Insigne blindano il terzo posto Champions. Lo scorso anno, alla 31esima giornata, la squadra di Sarri perdeva a Udine con le polemiche sull’espulsione di Higuain. E – pur con i gol del Pipita – aveva dopo 31 partite lo stesso numero di punti di oggi: 67. A dimostrazione del grandissimo  lavoro del tecnico azzurro.

PREMIO IL GAMBERO – Chi ha superato da tempo gli “anta” ricorderà una trasmissione radiofonica di grande successo, Il Gambero. Un concorrente partiva da un discreto gruzzolo che però si andava erodendo a ogni risposta sbagliata. Un po’ quello che sta succedendo a Stefano Pioli sulla panchina dell’Inter. Nelle prime 10 giornate, per lui 8 vittorie, un pareggio (il 2-2 nel derby d’esordio) e una sola sconfitta (a Napoli). Nelle ultime 9, su 27 punti disponibili, la sua Inter ne ha conquistati soltanto 13, frutto di 4 vittorie, un pareggio e 4 sconfitte (a ritroso: a Crotone, contro la Samp, contro la Roma e allo Juventus Stadium). E se alla 22esima giornata la Champions era lontana solo tre lunghezze, adesso il distacco dal Napoli si è fatto siderale (-12) e anche la zona Europa League è distante 4 lunghezze. Senza contare che – alla vigilia del derby di mezzodì del sabato di Pasqua – il Milan ha anche messo la freccia…

PREMIO BOMBER LINEA VERDE – Bocia, in dialetto bergamasco e più in generale lombardo, vuol dire ragazzino. Belotti – 23 anni – raggiunge con il gol di Cagliari il rivale Dzeko in testa alla classifica cannonieri. Tra i tanti obiettivi alla portata del bomber bergamasco di granata vestito c’è anche quello di conquistare il titolo di capocannoniere in età relativamente giovane. Negli ultimi 40 anni soltanto Paolo Rossi nel 1977-78 (a 22 anni ancora da compiere) era riuscito a conquistare lo scettro del gol in così tenera età.

PREMIO PIPITA D’EUROPA – Non saranno da record ma sono comunque numeri sontuosi quelli di Gonzalo Higuain in questa stagione 2016-17. E’ arrivato a quota 27 in stagione, 21 in campionato, tre in Champions e tre in Coppa Italia (tutti al Napoli…). Di doppietta (al San Paolo) in doppietta (allo Juventus Stadium contro il Chievo), speriamo che funzioni il vecchio detto “non c’è due senza tre”. Una bella doppietta al Barcellona ci starebbe alla perfezione. Anche per sfatare un tabù che vede il Pipita prepotente in campionato (0,68 di media gol in Serie A e 0,56 nella Liga) ma un po’ meno in Champions (appena lo 0,26).

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *